Relazione del presidente Tommaso Corcos. Il 2020 è stato un anno all’insegna della resilienza per l’industria del risparmio gestito, che ha messo a segno dodici mesi positivi nonostante la crisi innescata dalla pandemia. L’anno si è infatti chiuso con un saldo di raccolta netta di circa 24 miliardi di euro per i fondi aperti, in decisa crescita rispetto ai cinque miliardi raccolti nel 2019. Il patrimonio in gestione al 31 dicembre 2020 è risultato pari a 2.421 miliardi, per un incremento su base annua del 5%.

«Ripresa». È la parola che sintetizza il 2019 del risparmio gestito, caratterizzato per una crescita delle masse in gestione a 2.306 miliardi di euro – un incremento su base annua del 14% riconducibile anche alle buone performance dei mercati. Il dato di raccolta netta complessiva al netto delle componenti eccezionali registra afflussi per circa 20 miliardi di euro, il doppio dell’anno precedente

Relazione del presidente Tommaso Corcos. Al centro dell'analisi, lo sforzo a cui è chiamata l’industria del risparmio gestito: porsi all’avanguardia dei cambiamenti globali diventando più sostenibile, inclusiva e responsabile. Da segnalare anche l'approfondimento della dimensione quantitativa di un anno all'insegna della turbolenza dei mercati e dell'inquietudine degli investitori. Focus sui dossier su cui si concentra l'azione associativa: PIR, PEPP, evoluzione del quadro normativo e fiscale in ambito nazionale e internazionale

Relazione del presidente Tommaso Corcos. Il documento ripercorre i risultati del 2017, dal successo dei PIR all’attuazione dei Principi italiani di Stewardship fino al rinnovato impegno per la formazione. Il documento analizza lo scenario di mercato, l’evoluzione del quadro normativo e fiscale, l’attività di Corporate governance e le iniziative di educazione finanziaria e di comunicazione promosse anche attraverso Il Salone del Risparmio

Relazione del presidente Tommaso Corcos. L’industria si è lasciata alle spalle un 2016 positivo da un punto di vista dei risultati: l’anno si è infatti chiuso con un saldo di raccolta netta pari a 55,6 miliardi di euro e con un patrimonio in gestione pari a 1.943 miliardi. Dodici mesi da ricordare anche per l’introduzione dei Piani Individuali di Risparmio (PIR), un importante riconoscimento del ruolo sistemico svolto dal risparmio gestito. Il documento definisce anche le linee di lavoro per il 2017, con particolare attenzione alle diverse direttive in corso di attuazione