20/4/2021

Aggiornamento delle “Q&A sugli incentivi”. I tre elementi per valutare il miglioramento della prestazione erogata al cliente.

 
20/4/2021

ESMA aggiorna le Questions and Answers on MiFID II and MiFIR Investor Protection and intermediaries topics (ESMA35-43-349 – 31 marzo), fornendo chiarimenti sulla corretta applicazione del requisito dell’innalzamento della qualità del servizio (Direttiva delegata (UE) 593/2017 – MiFID II - articolo 11, par. 2.).

L’Autorità europea dei mercati, si concentra sui seguenti tre elementi, i quali dovranno applicarsi unitamente agli altri individuati all’articolo 11, paragrafo 2, della direttiva delegata MiFID II (es. la condizione per cui la prestazione del servizio al cliente non deve essere distorta o negativamente influenzata dall’incentivo):

  1. servizio aggiuntivo o di livello superiore;
  2. prestazione al relativo cliente;
  3. proporzionalità rispetto al livello degli incentivi ricevuti.

 

Le indicazioni di ESMA punto per punto

 
15/4/2021

Proseguire nell’attività di indirizzo del risparmio verso i settori produttivi e a sostegno delle piccole e medie imprese (Pmi), attraverso emendamenti e aggiornamenti del quadro normativo e delle disposizioni di legge relativi alle agevolazioni fiscali e agli incentivi agli investimenti.

È il messaggio espresso da Assogestioni in audizione alla decima Commissione Attività produttive della Camera, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge per la promozione delle start-up e delle Pmi innovative mediante agevolazioni fiscali, incentivi agli investimenti e all’occupazione e misure di semplificazione. 

“Rispetto a quando è stato presentato il primo ddl, il quadro normativo è radicalmente cambiato ed è opportuno valutare le nuove misure alla luce dell’attività legislativa di questi due anni” afferma Arianna Immacolato, direttore fisco e previdenza di Assogestioni.

 
31/3/2021

Si è svolta nella giornata di oggi l’Assemblea annuale di Assogestioni.

Il Presidente, Tommaso Corcos, ha aperto i lavori illustrando agli associati le principali attività svolte dall’Associazione nel 2020, in un contesto reso difficile dagli effetti della pandemia di Covid-19 sulla congiuntura economica. Un anno chiuso con masse in gestione pari a 2.421 mld di euro e con una raccolta netta di circa 15 mld. Numeri che testimoniano la solidità del mercato italiano del risparmio gestito nell’affrontare un momento di particolare complessità e incertezza che ha colpito l’intero sistema economico, finanziario e sociale.

 
25/3/2021

A febbraio i fondi aperti spingono la raccolta dei gestori e segnano un nuovo massimo storico per asset under management (AUM), arrivando a rappresentare la quota prevalente delle masse gestite dall’industria.

Lo si apprende dalla Mappa mensile del risparmio gestito dell’ufficio studi di Assogestioni, che evidenzia – fra i sottoscrittori – un atteggiamento propenso al rischio, con l’azionario che spicca fra le categorie che hanno raccolto più risorse nette nel mese (3,7 miliardi) seguiti dai fondi bilanciati (1,2 miliardi di raccolta).

 

Risparmio gestito, febbraio all’insegna dei fondi a lungo termine

 
24/3/2021

MiFID II è senz’altro uno dei temi ricorrenti dell’anno in corso. Mentre il confronto fra mercato e regolatori va avanti per una revisione globale della direttiva – che procede secondo le tappe previste dal Piano d’Azione di supporto alla Capital Market Union (Cmu) –, lo scorso 27 febbraio è entrato in vigore il ritocco ‘veloce’ (Quick Fix) voluto dalla Commissione europea per rispondere alla crisi generata dalla pandemia di Covid-19.

Meno oneri formali per la pandemia
Le modifiche fanno parte del “Pacchetto per la ripresa dei mercati dei capitali” e hanno l’obiettivo generale di rimuovere gli oneri burocratici non necessari e introdurre misure attentamente calibrate ritenute efficaci al fine di mitigare le difficoltà economiche degli intermediari.

 

Esplora

Dati e ricerche
L'Ufficio Studi fornisce analisi e rapporti di dettaglio sul mercato italiano del Risparmio Gestito
Audizioni e Consultazioni
Tutte le risposte di Assogestioni alle consultazioni delle autorità di vigilanza nazionali e europee.
Il Tuo Capitale Umano
L'industria del Risparmio Gestito incontra, presso le principali Università del Paese, neolaureati e laureandi cui illustrare le opportunità lavorative offerte dalle principali società del settore