21/10/2021

Al centro del secondo appuntamento del ciclo di seminari CNEL-Assogestioni la presentazione dell’I-SDX – Italian Shareholder-Director Exchange

 
21/10/2021

“La generazione di valore sostenibile nel lungo periodo è cruciale per gli investitori istituzionali che da anni contribuiscono alla creazione di buone pratiche di corporate governance. Con l’I-SDX Assogestioni intende mettere a disposizione di emittenti e investitori un framework per realizzare Shareholder-Director engagement efficaci e reciprocamente proficui, che seguano principi e procedure organizzative chiari e trasparenti”. Lo ha affermato Fabio Galli, Direttore Generale di Assogestioni, al secondo seminario del ciclo “Risparmio, mercato dei capitali e governo dell’impresa”, promosso da CNEL e Assogestioni, che si è tenuto sul tema “Nuovi scenari della Stewardship. Il dialogo tra investitori e consigli di amministrazione”. Al centro dell’evento la presentazione dell’I-SDX – Italian Shareholder-Director Exchange.

 
Roma
7/10/2021

Un rapporto sinergico tra risparmio, mercati e imprese è centrale per lo sviluppo del Paese. È, in sintesi, il messaggio del primo seminario del ciclo “Risparmio, mercato dei capitali e governo dell’impresa”, nato dalla collaborazione tra CNEL e Assogestioni, sul tema “Consigli di amministrazione e assetti proprietari delle società quotate”.

L’iniziativa si propone di sviluppare l’approfondimento delle tematiche connesse ai flussi di risparmio, allo sviluppo del mercato dei capitali e al governo delle imprese, con particolare attenzione anche al ruolo dei consiglieri indipendenti e alla rappresentanza delle minoranze, a partire dal riconoscimento della rilevanza di tali temi per lo sviluppo del sistema economico del Paese.

 
27/9/2021

Ad agosto l’industria del risparmio gestito ha messo a segno l’ottavo mese consecutivo di raccolta positiva con 9,3 miliardi di euro di sottoscrizioni nette. A trainare il settore sono stati ancora una volta i fondi aperti con circa 7,9 miliardi di flussi in entrata.

Per trovare un dato migliore registrato ad agosto a livello di sistema bisogna risalire al 2014. Con questo dato la raccolta dell’industria da inizio anno ha raggiunto i 67 miliardi e il patrimonio gestito è salito su un nuovo livello record a quota 2.561 miliardi. Il 51,4% di queste masse è investito nelle gestioni collettive, mentre il restante 48,6% è impiegato nelle gestioni di portafoglio.

Ad agosto tutte le maggiori macrocategorie dei fondi aperti hanno registrato una raccolta positiva. Tra i fondi di lungo termine, i prodotti favoriti dai sottoscrittori sono stati in particolare gli azionari (+2,1 miliardi), gli obbligazionari (+1,7 miliardi) e i bilanciati (+1,3 miliardi).

 
15/9/2021

L’ora del green: italiani pronti a metterci il risparmio. Il 63,4% degli italiani (il 68,4% tra i giovani, il 71,9% tra i laureati) conosce gli strumenti finanziari Esg (Environmental, Social, Governance) basati su criteri di investimento responsabile. E il 52,5% sarebbe interessato a metterci soldi (il 72,1% tra i giovani, il 67,2% tra le persone benestanti, il 66,6% tra i laureati). Nelle scelte di investimento l’opzione green piace: per il 63,9% degli italiani gli investimenti Esg rappresentano una opportunità per investire bene e dare prova dei valori nei quali si crede. Anche per i consulenti finanziari gli investimenti responsabili attirano più di prima. Secondo l’82,4% la clientela è molto o abbastanza interessata ai prodotti Esg, il 76,9% nota una maggiore attenzione rispetto al periodo pre Covid-19 e il 68,3% li propone con più frequenza.

 
14/9/2021

I fondi sono protagonisti del mese di luglio: con circa 7 miliardi di euro di raccolta hanno portato l’industria del risparmio gestito a totalizzare 6,4 miliardi di sottoscrizioni. I flussi entrati nel sistema da inizio anno ammontano complessivamente a 57,7 miliardi.

Grazie all’effetto combinato della raccolta e dell’attività di gestione, il patrimonio gestito ha messo a segno un nuovo record storico a 2.545 miliardi. Il 51% delle masse è investito in fondi aperti e chiusi, mentre la quota restante è impiegata nelle gestioni di portafoglio.

A luglio tutte le macrocategorie dei fondi aperti hanno registrato sottoscrizioni. I risparmiatori italiani hanno favorito in particolare i prodotti bilanciati (+2,2 miliardi), gli obbligazionari (+1,9 miliardi) e i monetari (+1,7 miliardi).

 

Esplora

Dati e ricerche
L'Ufficio Studi fornisce analisi e rapporti di dettaglio sul mercato italiano del Risparmio Gestito
Audizioni e Consultazioni
Tutte le risposte di Assogestioni alle consultazioni delle autorità di vigilanza nazionali e europee.
Il Tuo Capitale Umano
L'industria del Risparmio Gestito incontra, presso le principali Università del Paese, neolaureati e laureandi cui illustrare le opportunità lavorative offerte dalle principali società del settore