7/10/2020

Dei 16,7 miliardi investiti in Pir, 7,7 sono in azioni di imprese italiane, 5,8 in obbligazioni corporate italiane e i restanti 3,2 miliardi sono ripartiti in cash, titoli di Stato o titoli esteri

 
7/10/2020

A causa del Covid, anche il 2020 si conferma un anno di transizione per i Pir. “La pandemia ha innescato una crisi sistemica che ha colpito anche la raccolta di questo strumento, sostanzialmente piatta nei primi sei mesi dell’anno” osserva Riccardo Morassut, research analyst dell’ufficio studi di Assogestioni, in occasione della presentazione dell’Osservatorio Pir.

Il report semestrale mostra che a fine giugno 2020 il sistema dei 72 fondi Pir conta masse in gestione per 17 miliardi, pari a circa il 2% del mercato totale dei fondi dei fondi aperti.

Ben oltre la conformità
Ampiamente superate le soglie di investimento indicate dalla normativa che ha introdotto i Pir 3.0 con l’obiettivo di convogliare nelle Pmi una parte del risparmio italiano – asset portante del Paese – in modo da creare un ponte di collegamento stabile tra risparmio privato e tessuto produttivo italiano composto dalle piccole e medie imprese non quotate.

 
6/10/2020

Sono aperte le iscrizioni al ciclo di appuntamenti intitolato “R-Evolution: Il futuro ha un grande futuro” che Assogestioni organizza in collaborazione con FocusRisparmio, il magazine edito dall’associazione. Si tratta della seconda serie di conferenze “Aspettando Il Salone del Risparmio” in cui il mondo del risparmio gestito e della consulenza finanziaria si danno appuntamento nel percorso di avvicinamento alla sua 11° edizione. Il programma degli incontri e i form di iscrizione sono disponibili sul sito eventi.salonedelrisparmio.com.

 
24/9/2020

Agosto è il quinto mese consecutivo di crescita per l’industria del risparmio gestito che totalizza 6,9 miliardi di euro di sottoscrizioni nette, il valore più alto dell’anno. Un risultato che porta il saldo da inizio anno a 9,7 miliardi e il patrimonio di nuovo sopra i 2.300 miliardi, grazie all’effetto combinato delle nuove sottoscrizioni e dell’attività di gestione.

Le gestioni di portafoglio hanno attratto flussi per 2,3 miliardi mentre la raccolta registrata dalle gestioni collettive ammonta a 4,6 miliardi sotto la spinta dei fondi aperti (+4,3 miliardi).

Fra questi, i fondi di lungo termine hanno raccolto 4,7 miliardi, con i risparmiatori italiani che hanno orientato le proprie preferenze sui prodotti obbligazionari (+5 miliardi), sugli azionari (+1,2 miliardi) e sui bilanciati (+230 milioni).

 
10/9/2020

Nonostante la crisi generata dall’emergenza sanitaria, le masse finanziarie gestite dagli asset manager “sono cresciute nel 2020 grazie alla capacità degli italiani di risparmiare, che rimane vigorosa e potenzialmente è cresciuta, perché con l’abbassamento dei consumi alcuni segmenti della popolazione sono riusciti a risparmiare ulteriormente”.

Così Fabio Galli, direttore generale dell’associazione del risparmio gestito, durante il suo intervento in audizione alla VI Commissione Finanze alla Camera presieduta da Luigi Marattin, parlamentare di Italia Viva. “Da parte nostra, anche in questa condizione di incertezza, c’è quindi un messaggio di positività e ottimismo, con opportunità da cogliere e non problemi da risolvere”.

 
9/9/2020

A luglio l’industria del risparmio gestito prosegue il trend di crescita congiunturale e mette a segno una raccolta netta positiva di 3,5 miliardi di euro. Con questo risultato i flussi netti totali da inizio anno salgono a 2,77 miliardi.

La raccolta del mese è equamente distribuita fra gestioni individuali (1,7 miliardi) – che tornano ad attrarre flussi dagli istituzionali – e collettive (1,8 miliardi).

I fondi aperti hanno raccolto 1,6 miliardi, con i prodotti di lungo termine che hanno totalizzato flussi in entrata per 2,8 miliardi.

I risparmiatori italiani hanno orientato le proprie preferenze sugli azionari (+2 miliardi), sugli obbligazionari (+1,3 miliardi) e sui bilanciati (+404 milioni).

Il patrimonio del settore, sostenuto dalle nuove sottoscrizioni e dall’effetto dell’attività di gestione, è cresciuto di 21 miliardi rispetto al mese precedente a 2.287 miliardi.

 

Esplora

Dati e ricerche
L'Ufficio Studi fornisce analisi e rapporti di dettaglio sul mercato italiano del Risparmio Gestito
Audizioni e Consultazioni
Tutte le risposte di Assogestioni alle consultazioni delle autorità di vigilanza nazionali e europee.
Il Tuo Capitale Umano
L'industria del Risparmio Gestito incontra, presso le principali Università del Paese, neolaureati e laureandi cui illustrare le opportunità lavorative offerte dalle principali società del settore