24/6/2022

Continua la corsa dei fondi azionari, +2,5 mld a maggio.

 
24/6/2022

A fronte di mercati molto volatili, segnati dal contesto geoeconomico ancora molto instabile e dall’inversione di marcia delle principali politiche monetarie globali, nel mese di maggio la raccolta netta dell’industria del risparmio gestito è risultata negativa per 1,27 mld.

Per quanto riguarda i fondi aperti, spicca il dato sui prodotti azionari, che nonostante l’andamento incerto delle borse globali, hanno raccolto più di 2,5 mld, seguiti dai bilanciati con 608 mln. Questi dati compensano buona parte dei deflussi dai fondi obbligazionari (-3,3 mld) e flessibili (-394 mln). Il saldo netto della raccolta dei fondi aperti è quindi negativo per -370 mln, prima volta da marzo 2020.

Nel mese la raccolta netta delle gestioni di portafoglio istituzionali è stata pari a -1,57 mld, mentre quella delle gestioni di portafoglio retail è stata di +335 mln.

 
31/5/2022

Le Linee Guida proposte dai rappresentanti dell’industria del risparmio gestito per promuovere e favorire la standardizzazione dei flussi informativi tra gli operatori nel processo di sottoscrizione e rimborso delle quote dei fondi comuni aperti arrivano alla loro quarta revisione.

L’iniziativa, partita nel 2009 dalle conclusioni del Gruppo di Lavoro sul tema della “Gestione accentrata in regime di dematerializzazione delle quote dei fondi aperti”, coordinato da Consob e Banca d’Italia e auspicato dalla Banca d’Italia, mette a sistema il lavoro del Tavolo Tecnico Interassociativo per la standardizzazione dei fondi comuni composto da Abi, Anasf, Assogestioni, Assoreti e Assosim a seguito del mandato ricevuto da parte di Consob e Banca d’Italia.

 
25/5/2022

Ad aprile i fondi aperti mettono a segno il 25esimo mese consecutivo di raccolta positiva, con flussi netti per 1,6 mld, cifra che porta l’ammontare sottoscritto da inizio anno per questa categoria a +14,4 mld.

Lo spaccato dei dati conferma ancora una volta che la preferenza dei sottoscrittori italiani per i fondi azionari (+2,3 mld) e bilanciati (+1,2 mld) non è stata scalfita dall’incertezza dello scenario di mercato e geopolitico.

A pesare sulla raccolta netta complessiva del mese, pari a -1,9 mld, è il dato sulle gestioni di portafoglio istituzionali (-4,3 mld), influenzato da una serie di operazioni infragruppo su alcune partecipazioni strategiche, avvenute nel periodo.

 
18/5/2022

Con i dati definitivi, la raccolta netta dell’industria del risparmio gestito del 1° trimestre è stata rivista al rialzo e si attesta a +10,9 miliardi di euro.

Il patrimonio gestito a fine marzo 2022 ammonta a 2.486 mld, con la quota delle masse investite nelle gestioni collettive che pesa per il 52,4% del totale.

La lettura trimestrale conferma il solido apporto dei fondi aperti – in crescita per due anni consecutivi – che hanno contribuito per 12,8 mld, consentendo di controbilanciare alcune operazioni infragruppo nell’ambito dei mandati istituzionali, avvenute nel periodo. A livello di macrocategorie, i risparmiatori hanno ribadito la preferenza in particolare per i prodotti azionari (+9,4 mld) e i bilanciati (+5,2 mld).

 
12/5/2022

È stato presentato oggi, nel corso di una conferenza speciale nell’ultima giornata del Salone del Risparmio, il Francobollo dedicato al Risparmio Gestito emesso dal MiSE nell’ambito della Serie tematica “le Eccellenze del sistema produttivo ed economico”.

 

 

Esplora

Dati e ricerche
L'Ufficio Studi fornisce analisi e rapporti di dettaglio sul mercato italiano del Risparmio Gestito
Audizioni e Consultazioni
Tutte le risposte di Assogestioni alle consultazioni delle autorità di vigilanza nazionali e europee.
Il Tuo Capitale Umano
L'industria del Risparmio Gestito incontra, presso le principali Università del Paese, neolaureati e laureandi cui illustrare le opportunità lavorative offerte dalle principali società del settore